Spedizione gratuita per ordini oltre € 89,90 - INFO
Malattie apparato respiratorio
  • 26/02/2020
  • Commenti: 0

Malattie apparato respiratorio

Le malattie relative all’apparato respiratorio sono delle condizioni mediche che compromettono il funzionamento della funzione respiratoria stessa, in quanto hanno conseguenze negative sul processo d'introduzione dell'ossigeno, fondamentale per il benessere dell’individuo.

Le malattie relative all’apparato respiratorio sono delle condizioni mediche che compromettono il funzionamento della funzione respiratoria stessa, in quanto hanno conseguenze negative sul processo d'introduzione dell'ossigeno, fondamentale per il benessere dell’individuo.

Acute

Le malattie acute comprendono la polmonite e diverse infezioni che afferiscono alle vie aeree, quali bronchite acuta, bronchiolite, influenza e pertosse. La loro pericolosità è spesso sottovalutata, anche se sono una delle principali cause di morte sia nei bambini che negli adulti.

Bronchite Acuta e Bronchiolite

La bronchite è un'infezione delle vie aeree, solitamente causata da infezioni di origine virale, mentre la bronchiolite è un'infezione che, in genere, colpisce i neonati e i bambini al di sotto dei 2 anni. Il sintomo principale della bronchite acuta è la tosse persistente. La bronchiolite porta sibili e tosse, che possono persistere per settimane o mesi dalla prima comparsa dei sintomi.

Influenza

L'influenza si manifesta durante le epidemie annuali. Le forme più acute di questa malattia si presentano negli individui al di sopra dei 65 anni, in quelli al di sotto dei 2 anni e in quelli con patologie preesistenti come il diabete e le patologie cardiache, neurologiche e polmonari (incluso l'asma). Porta febbre, dolori muscolari, mal di testa, tosse, mal di gola e congestione nasale. Quando l'infezione si aggrava, può portare a polmonite.

Polmonite 

La polmonite è un'infezione dei polmoni, i cui sintomi persistono per 3/4 settimane, è diffusa tra bambini piccoli e anziani.

Esistono 3 tipi di polmonite:

  • polmonite acquisita in comunità: contratta a seguito di infezione durante la vita quotidiana (al di fuori dell'ospedale);
  • polmonite acquisita in ospedale: contratta a seguito di un periodo trascorso in ospedale;
  • polmonite associata alla ventilazione meccanica: contratta a seguito di intubazione endotracheale.

I sintomi sono tosse, febbre e dispnea (respiro affannoso) senza che vi sia una causa apparente.

Croniche

Le malattie respiratorie croniche, oltre a portare a morte prematura, hanno conseguenze negative sulla qualità della vita dell’individuo. 

Nonostante si possano adottare efficaci misure preventive, le malattie respiratorie croniche sono sottovalutate ed insufficientemente prevenute.

Asma

L’asma è una infiammazione cronica dei bronchi con iperreattività a diverse cause irritative. Può presentarsi a qualsiasi età e può essere legato o meno ad una sensibilità allergica; causa ricorrenti episodi di dispnea (affanno), respiro sibilante e senso di costrizione toracica, spesso con tosse; gli attacchi d’asma hanno frequenza maggiore al mattino o durante la notte. 

Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

La broncopneumopatia cronica ostruttiva attacca sia bronchi che polmoni; essa causa una parziale ostruzione delle vie aeree, ed è dovuta principalmente al fumo di sigaretta. È, in genere, progressiva (peggiora col tempo) e comprende due condizioni ben note quali la bronchite cronica e l'enfisema polmonare, ossia l’intrappolamento, in seguito ad un restringimento eccessivo, dell'aria lungo le vie aree intrapolmonari. Può avere diversi sintomi quali: difficoltà a respirare, tosse persistente, dolore durante la deglutizione, produzione eccessiva di muco, con catarro bianco o giallastro, o con piccole perdite di sangue, respiro sibilante, fiato corto.

Bronchiectasie

Le bronchiectasie sono una patologia che si manifesta quando le vie aeree sono eccessivamente stirate e dilatate, in conseguenza alla presenza di tappi di muco. Sono, solitamente, causate da un’infezione o da altre condizioni in grado di intaccare le pareti delle vie aeree e che non consentono una efficace eliminazione del muco, che espone il soggetto al rischio di colonizzazione batterica e, quindi, di nuove infezioni, che a loro volta possono causare ulteriori danni alle vie aeree, le quali, col tempo, possono ridurre il passaggio dell’aria attraverso le vie aeree e creare problemi all’ossigenazione dell’organismo in toto. 

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua completa disposizione.

26 Feb 2020Commenti: 0