SPEDIZIONE 24/72h - Gratis per ordini oltre € 99,90 - INFO
Che cos’è l’istamina?
  • 30/05/2019
  • Commenti: 0

Che cos’è l’istamina?

L’istamina è un composto azotato presente praticamente in tutti gli organismi vegetali e animali. Nel nostro organismo è presente in quantità elevate, ha un ruolo rilevante per l’attività cerebrale, la secrezione gastrica ed ha una funzione di mediatore chimico in alcune reazioni come quelle provocate da allergie e infiammazioni, infatti, l’istamina è una sostanza ben nota a chi soffre di allergie.


La sua produzione viene attivata dall’organismo in risposta a corpi estranei potenzialmente pericolosi (allergeni) per mettere in allerta il corpo e se i suoi livelli divengono alti portano alla comparsa dei caratteristici sintomi delle reazioni allergiche. Ecco perché per contrastarli spesso si ricorrere a farmaci antistaminici o all’assunzione di antistaminici naturali.

L’istamina, però, è anche presente in quantità variabili all’interno di alcuni alimenti. Tale istamina (non quella sintetizzata dall’organismo stesso) può dare e luogo a vere e proprie intolleranze.

In particolare, contengono grosse quantità di istamina:

  • Pesce specialmente alici, sgombro, tonno, palamita, (Scombridae), lampuga (Coryphaenidae), pesce serra (Pomatomidae)
  • Frutti di mare
  • Formaggi stagionati a pasta dura e molle, come Emmental, Gouda, Cheddar e Camembert
  • Salumi sottoposti a lunghi processi di stagionatura (mortadella, prosciutto crudo e cotto, salami)
  • Carne come salsiccia e in scatola
  • Cibi in scatola come ketchup, crauti, verdure in scatola, succo di pomodoro ecc.

L’istamina può svilupparsi ad alti livelli specialmente negli alimenti a lunga conservazione, in quelli sottoposti a processi di fermentazione e stagionatura. Nel pesce è fondamentale la temperatura cui vengono conservati, infatti il rischio aumenta fra i 6° e i 20°.

sintomi dell’intolleranza all’istamina sono molto simili a quelli di una qualsiasi allergia e sono:

  • crampi addominali
  • mal di stomaco
  • vomito
  • diarrea
  • flatulenza
  • prurito
  • orticaria
  • tachicardia
  • vertigini
  • arrossamento improvviso del volto
  • gonfiore alle labbra
  • mal di testa
  • difficoltà respiratorie
  • asma
  • congestione nasale
  • arrossamento e lacrimazione agli occhi 

L’intolleranza all’istamina può anche essere confusa con la “sindrome sgombroide” o “mal di sushi”, un’intossicazione alimentare dovuta al consumo di prodotti ittici alterati a causa di una cattiva conservazione, i cui sintomi compaio dopo circa 30 minuti dall’assunzione del pesce.

Non trattandosi di una vera e propria allergia, non è facile giungere ad una diagnosi certa di intolleranza all’istamina perché non esistono appositi test ma bisogna basarsi sula presenza o meno dei sintomi e sul loro miglioramento quando si segue una dieta priva di istamina.

Vuoi avere maggiori informazioni su questo argomento? Contattaci tramite i nostri canali web o vieni a trovarci presso la nostra sede… lo staff della Farmacia Del Sole sarà lieto di mettere le sue competenze a tua disposizione!

30 Mag 2019Commenti: 0

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *