SPEDIZIONE 24/72h - Gratis per ordini oltre € 89,90 - INFO
Prima infanzia e cura del bimbo: consigli e rimedi per le problematiche infantili
  • 17/10/2017
  • Commenti: 0

Prima infanzia e cura del bimbo: consigli e rimedi per le problematiche infantili

Vi consigliamo come prendervi cura del nuovo arrivato ed esaminiamo come trattare le dermatiti, una delle problematiche infantili più frequenti.

Tutte le donne in gravidanza o le neo mamme sanno che prendersi cura del proprio bebé è una missione che implica dedizione costante.

Il nuovo arrivato, fin dalla nascita, il diventa la nuova ragione di vita dei genitori ma anche la maggiore fonte di preoccupazioni.
Per agevolarvi nell’impresa, vi forniamo degli spunti per capire di cosa avrà bisogno il neonato e come affrontare le problematiche infantili che possono verificarsi.

Essere preparati fin dall’inizio – Meglio organizzarsi per tempo! Vi consigliamo di preparare per tempo tutto l’occorrente che vi servirà per accudire il vostro bimbo perché i mesi post nascita saranno molto impegnativi e il tempo “libero” a vostra disposizione sarà sempre meno. L’ideale sarebbe stilare una “lista nascita” contenente tutto il nécessaire: dall’attrezzatura (passeggino, fasciatoio, baby monitor, seggiolino, ciucci, ecc.) alla biancheria per la nanna e le tutine, passando per tutti quei prodotti che servono per l’igiene e il bagnetto del neonato (detergenti specifici, creme lenitive e idratanti, salviettine, ecc.).

Problematiche infantili – Le più comuni tra le problematiche che colpiscono i bimbi nella prima infanzia ci sono sicuramente le dermatiti: il sintomo predominante è il prurito che induce il bambino a grattarsi e che, spesso, può essere responsabile di vescicole, croste e lesioni tipiche.

Possiamo distinguere 3 tipi di dermatiti:

  • dermatite atopica: malattia infiammatoria di tipo allergico che si manifesta con lesioni vescicolose con produzione di siero, prevalentemente, sul tronco, dietro alle orecchie, su guance e volto, braccia e gambe. Colpisce il lattante nei primi mesi di vita in relazione all’alimentazione. Rimedi: ad influenzare la pelle del neonato è il latte della mamma o quello artificiale che ingerisce. Quindi, se la mamma allatta allora dovrà modificare la sua dieta, andando ad eliminare tutti quegli alimenti potenzialmente allergici. Il miglioramento cutaneo si manifesta subito, ma oltre al cambio di alimentazione, il fastidio va trattato anche a livello topico e con un’attenta igiene e un’intensa idratazione.
  • dermatite seborroica: si manifesta con chiazze arrossate coperte da squame untuose, localizzate nelle zone della pelle più ricche di ghiandole sebacee come il cuoio capelluto, il viso ed il tronco. In genere si manifesta nei primi due mesi di vita alla testa (crosta lattea), sopracciglia e fronte. Rimedi: anche in questo caso l’igiene e l’utilizzo di detergenti specifici sono fondamentali, così come l’applicazione di olio a base di vitamina E che aiuta a rendere più morbida la cute.
  • dermatite da contatto: è detta anche dermatite da pannolino, proprio perché colpisce la zona genitale con arrossamento e spesso vescicole dovute all’ambiente caldo-umido provocato dal pannolino e contatto di urine e feci. Rimedi: principalmente, si deve nel mantenere la cute asciutta abolendo, il più possibile, l’occlusione del pannolino. Esattamente come nel caso delle altre dermatiti, l’applicazione di pomate specifiche nonché l’igiene e l’idratazione sono le armi principali per curare il fastidio.

Se avete bisogno di consigli personalizzati potete contattare lo staff della Farmacia del Sole, oppure consultate il nostro sito, abbiamo selezionato per voi una serie di prodotti che vi aiuteranno a prendervi cura dei vostri bimbi: https://lafarmaciadelsole.it/prodotti-per-bambini


Tags: mamma e bimbo , salute , benessere , pediatria
17 Ott 2017Commenti: 0

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *