Spedizione gratuita per ordini oltre € 89,90 - INFO
Quercetina
  • 15/10/2020
  • Commenti: 0

Quercetina

La quercetina, o quercitina, è un flavonoide presente in molti frutti (mele, uva, olive, agrumi, frutti di bosco), verdure (pomodori, cipolle, broccoli, capperi), bevande (tè e vino rosso) ed estratti erboristici.

La quercetina, o quercitina, è un flavonoide presente in molti frutti (mele, uva, olive, agrumi, frutti di bosco), verdure (pomodori, cipolle, broccoli, capperi), bevande (tè e vino rosso) ed estratti erboristici.

In natura, la quercetina è reperibile sottoforma di parte non zuccherina, in particolare, negli estratti di ippocastano, gingko biloba, calendula, biancospino, camomilla, levistico ed iperico.

È un bioflavonoide che, se assunta insieme alla vitamina C, è efficace nella cura del raffreddore comune e svolge anche un’azione antivirale contro la poliomielite, i reovirus, i virus Coxsackie e i rinovirus.

I bioflavonoidi, in genere, sono sostanze antinfiammatorie ad azione antispasmodica e immunomodulante, ottimi per rafforzare i capillari e prevenire l’influenza. Sono benefici nel trattamento della fragilità capillare e aiutano a lenire le contusioni che si verificano negli sport da contatto, nelle persone predisposte agli ematomi e in quelle ipertese.

Quercitina e Covid19

In base ad alcune ricerche, la quercitina sembrerebbe agire da inibitore specifico del SARS-CoV-2, in quanto ostacola l'attività di un enzima utile per lo sviluppo e la replicazione del nuovo coronavirus. Gli autori dello studio hanno scoperto ha effetto destabilizzante su 3CLpro, proteina del virus fondamentale per il suo sviluppo e il cui blocco pare possa essere letale per il Sars-CoV-2.

Tutto bello ma anche tutto da prendere con le pinze: l’entusiasmo non è condiviso da tutta la comunità scientifica e ci sono voci molto prudenti a riguardo che sottolineano quanto quello dei ricercatori italiani e spagnoli è un lavoro in vitro, non uno studio clinico.

Quercetina Advance Difese Immunitarie

Integratore di quercetina e bromelina, con vitamina C, vitamina D e zinco che contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario.

È consigliato in caso di:

  • Ipoimmunità

  • Infezioni epidemiche virali stagionali

  • Malattie da raffreddamento

  • Sinusiti

  • Radicali liberi

  • Fragilità capillare

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

15 Ott 2020Commenti: 0